lunedì 21 aprile 2014

Ricezione ACARS con dongle RTL-SDR e software SDR-Radio v2.1

La possibilità di monitorare più VFO con il software SDR-Radio risulta utile anche per la ricezione dei segnali ACARS per il controllo del traffico aereo, utilizzando sempre la mia chiavetta con chip RTL2832u.
Ho impostato le due frequenze VHF che in genere sono più utilizzate (131,725 MHz e 131,825 MHz in AM), la larghezza della banda passante a 10 kHz (+/- 5kHz nella finestra Frequency Explorer) e l'AGC su Medium.


Ho testato quindi questo programma utilizzando Multipsk per la decodifica dei segnali di cui qui vedete un esempio:


Le posizioni ricevute dagli aerei possono essere visualizzate direttamente sia su Google Earth che su DX Atlas come in questo esempio:


Multipsk permette anche di essere interfacciato con altri software tramite le porte TCP/IP, inviando i dati ricevuti per essere elaborati e visualizzati, per esempio con Display-Launcher come già illustrato in un mio post che potete trovare qui.

domenica 20 aprile 2014

Ricezione AIS con dongle RTL-SDR e software SDR-Radio v2.1

Già lo scorso anno avevo illustrato la possibilità della ricezione e decodifica dei segnali AIS (Automatic Identification System) con le chiavette RTL-SDR, ma solo ora che utilizzo un pc più performante posso sfruttare al meglio le possibilità dei vari software dedicati a questi economici ricevitori.
Ho installato il software SDR-Radio v2.1 che è uno dei migliori e dei più versatili, così da poter sfruttare la possibilità, avendo più VFO a disposizione, di poter monitorare simultaneamente le due frequenze dedicate al sistema di controllo del traffico navale AIS: 161,975 MHz e 162,025 MHz in FM-Narrow.


La larghezza della banda passante deve essere impostata almeno a 16 kHz per non perdere la decodifica dei messaggi.


I segnali ricevuti sono stati inviati a Multipsk per la decodifica ed i dati decodificati sono stati a loro volta inviati al sito marinetraffic.com per la visualizzazione delle imbarcazioni sulla mappa (richiede l'iscrizione gratuita al sito).
La mia stazione ricevente di Porto Santo Stefano riporta come ID il numero 953.


Per info sull'installazione del software SDR-Radio con i dongle RTL-SDR potete andare al mio post qui
Il prossimo test sarà sui segnali ACARS e VDL2 per il controllo del traffico aereo.

domenica 13 aprile 2014

VB-Audio Cable: driver per collegare dongle SDR e software di decodifica digitale

Chi, come me, ha utilizzato computer con sistema operativo Windows XP per la ricezione dei vari modi digitali (AIS, ACARS, WEFAX, ecc.) con le chiavette SDR, non ha trovato difficoltà nel gestire gli ingressi e le uscite audio da utilizzare per i vari software di decodifica (Multipsk, Fldigi, YaND, ecc.) poiché tramite il mixer della scheda audio era semplice selezionare e regolare input ed output.
Il mio vecchio pc cominciava a dare segni di stanchezza e sono così sono riuscito a venire in possesso di un notebook Sony Vaio con sistema operativo Windows Vista e processore Intel Core2 Duo con prestazioni decisamente migliori del precedente, soprattutto per la parte audio e grafica, ed ora sono in fase di migrazione di tutti i software dedicati alla radio dal vecchio al nuovo (anche se usato) pc.
Però mi sono trovato ad affrontare il problema del passaggio dell'audio dal software della chiavetta RTL-SDR ai programmi di decodifica in quanto, mancando lo stereo-mixer (o mono-mixer), non era possibile passare direttamente l'audio da SDRSharp a Multipsk (per esempio).
Il notebook ha come ingresso audio solo una presa jack per il microfono e come uscita una presa jack per le cuffie, ma anche provando a collegare fra di loro le due prese non era possibile ottenere la decodifica dei segnali.
L'unica soluzione possibile era l'utilizzo di un Virtual Audio Cable che potesse collegare via driver i due software e la scelta è caduta su VB-Audio Cable, un driver gratuito (donationware) di cui avevo già sentito parlare bene e che è una valida alternativa ad altri software a pagamento.
Il driver scaricabile dal sito VB-Audio, dove trovate anche altri software ed applicativi audio, è compatibile con tutti i sistemi Windows da XP in poi, sia a 32 che a 64 bits, e di semplice installazione.
Scaricato e decompresso il file .zip, scegliete il setup adatto al vostro sistema secondo quanto riportato nel file "readme" ed una volta installato vi troverete aggiunto "CABLE" come dispositivo audio.
Selezionatelo come predefinito sia per la registrazione:


che per la riproduzione:


Selezionate "Proprietà" e regolate i livelli, ma a questo punto vi potete trovare di fronte al mio stesso problema: nessuna variazione dei livelli reali, pur aumentando o diminuendo i valori.
Non sono riuscito a risolvere questo problema e per ovviare a questo ho dovuto intervenire sul livello audio di SDRSharp per avere il livello di ingresso adeguato verso Multipsk.
Non sono nemmeno riuscito a trovare il modo per ascoltare dal pc il segnale in ingresso, pur attivando anche l'uscita "Cassa/Cuffie".
Se qualcuno di voi ha qualche suggerimento in merito, gliene sarò grato.
Qui uno screenshot della ricezione dei segnali AIS con SDRSharp:


Devo dire che sotto l'aspetto della gestione audio rimpiango XP che era più semplice ed efficace, anche perché, utilizzando invece l'ingresso microfono per i segnali provenienti dal Icom IC-R71, il livello minimo risulta essere sempre troppo elevato, soprattutto se si utilizzano software di decodifica digitale molto sensibili come WSPR e WSJT9, costringendomi ad utilizzare l'attenuatore del ricevitore o, in alternativa, abbassando l'RF Gain dello stesso.
Sicuramente ho bisogno di conoscere più approfonditamente questo (per me nuovo) sistema operativo.

mercoledì 9 aprile 2014

Installazione dongle RTL-SDR con il software SDRSharp

E' passato ormai un anno e mezzo da quando avevo pubblicato su questo blog una guida rapida per l'installazione delle chiavette (dongle) RTL-SDR con il software SDRSharp (sulla base di quella originale in lingua inglese) ed essendoci stati notevoli sviluppi in questo programma, ho pensato di ripubblicare un post che potesse essere utile a chi utilizza queste chiavette per la prima volta.
Ora l'installazione è molto più semplice, seppur non priva di qualche problema con qualche sistema operativo (Windows 7 e 8), ma per ogni eventuale difficoltà o dubbio vi consiglio di documentarvi anche a questo link: SDR# Wiki.
L'occasione è stata anche quella di venire in possesso di un pc notebook con prestazioni decisamente migliori del mio vecchio desktop, riuscendo così a sfruttare al meglio le potenzialità di queste chiavette.
Quelli qui descritti sono i passaggi da effettuare per l'installazione e si riferiscono al sistema operativo Windows Vista, ma sono validi anche per gli altri sistemi Windows, salvo quanto detto già sopra, con la chiavetta RTL2832U e la versione 1193 di SDRSharp.
- indispensabile avere installato Microsoft .NET Framework 3.5 scaricabile qui
- non inserire ora la chiavetta nel pc, ma scaricare dal sito di SDR# il file sdr-install.zip che contiene tutti i files necessari
- estrarre i files e lanciare il file .bat
- è possibile che il vostro antivirus rilevi questa operazione come minaccia e non dovete fare altro che permetterne l'installazione inserendola nelle eccezioni
- verrà creata una nuova cartella "sdrsharp" che potete spostare in una nuova directory a piacere, l'importante è che non sia in "Program files" altrimenti avrete problemi dovuti al sistema di protezione dei programmi da parte di Windows
- inserire ora la chiavetta ed al messaggio d'installazione del driver non eseguirlo automaticamente


- lanciare "Zadig" che trovate nella cartella "sdrsharp" e dal menù "Options" selezionate "List all devices"
- selezionare "RTL2832U" od in alternativa "Bulk - Interface 0"
- controllare che dopo la freccia verde sia indicato "WinUSB" e che in "USB ID" vi sia "0BDA - 2832"
- cliccare su "Install Driver" ed alla fine del processo la finestra si mostrerà così:


- lanciare il file "SDRSharp.exe" nella solita cartella e selezionare dal menù in alto a sinistra "RTL-SDR/USB"


- come primo test potete sintonizzare una emittente FM broadcast cambiando la frequenza cliccando direttamente sulle cifre del VFO (sulla parte superiore del numero per aumentarlo e sulla parte inferiore per diminuirlo) oppure tramite la rotella del mouse posizionandoci sullo spettro
- selezionare il modo WFM ed una larghezza di banda di 180000 Hz (Filter bandwidth)
- cliccare su "Configure" per selezionare il "Sample Rate", cioè la larghezza dello spettro visibile (con pc lenti impostare su 1.0 MSPS e valori più alti possono essere usati con pc più performanti), mettere la spunta su Offset Tuning e regolare il RF Gain su valori medi per evitare di ricevere frequenze immagine, soprattutto se siete in una zona ad alta densità di ripetitori FM


- dopo avere eseguito queste impostazioni, premete su Play e divertitevi a spazzolare le frequenze, tenendo sempre conto che molta importanza per una buona ricezione è un buon impianto d'antenna

Spettro FM Broadcast con antenna verticale bibanda VHF-UHF
Per concludere, il programma può essere arricchito con diversi plugin che possono essere aggiunti secondo le proprie esigenze, anche questi sempre in via di aggiornamento, e che potete trovare elencati nel sito SDR# Wiki sopra riportato.
Come riferimento per domande, aggiornamenti e consigli vi segnalo il gruppo Yahoo di SDRSharp
Buoni ascolti!

Aggiornamento Bandscan FM dalla Feniglia (GR)

Oggi le previsioni davano una leggera tropo sulla costa Tirrenica e così ho passato un paio d'ore sulla spiaggia della Feniglia di Porto Ercole (GR) a fare un bandscan, anche se parziale, sulla banda FM con il solito Sangean ATS-909 e la sua antenna telescopica.
Nessun segnale da DX, anche per la vicinanza dei tx di Monte Argentario, ma buoni segnali dalla postazione di Rocca di Papa (144 km) e dal Monte Secchieta (150 km).
Questa la lista aggiornata:

Bandscan Feniglia (GR)
erstellt von:Roberto Rizzardi
Datum:12.05.2013-09.04.2014
Koordinaten:11e12/42n24
Distanza massima:150 km
Topographie:Spiaggia sul mare
Wetter:Sole
Gerät:Sangean ATS 909 Telescopica  
MHzITUProgramLocationRegkWPolkmORDS
87.50I__SUBY__Caprarola/Poggio Nibbiovt0.5v795X
87.60IRAI Radio1 LazioRocca di Papa/Monte Cavo vetta (RAI)rm40c1444
87.70IR.MARIA_Monte Argentariogr0.5v45X
87.80IRadio Kiss KissCaprarola/Poggio Nibbiovt2v794
87.90ITele Radio Stereo DueRieti/Frazione Campoforogna (Monte Terminillo)ri0.2v1463
87.90IRadio Onda Rossa-RORRocca di Papa/Monte Cavorm5v1443
88.10IRADIO_*_ RADICALEMonte Argentario/Il Predicatoregrv45X
88.30IRadio SportivaRocca di Paparmv143
88.30IRAI Radio1 LazioMonte Peglia (RAI)tr30h943
88.30IRadio MariaCivitavecchia/Monte Paradisormv645
88.40IGroove RadioMonte Argentario/Porto Santo Stefano/Monte Argentario vettagrv41
88.60IRADIO___ RADICALERocca di Papa/Monte Cavorm10v1445X
88.70IRadio MariaGrosseto/Poggino Rosellegr1v432
88.80IRADIO___ RADICALECaprarola/Poggio Nibbiovt2v795X
88.88IRadio Città ApertaRocca di Papa/Monte Cavorm5v1444
89.00I__RAI___ _RADIO1_Monte Argentario C.S. (RAI)gr16h45X
89.10IRadio Manà ManàRocca di Papa/Monte Cavorm5v1443
89.30I__QLUB__ RADIO_ _Rocca di Papa/Monte Cavorm5v1444X
89.50IR._MATERMonte Argentariogr10v45X
89.70IRAI Radio1 LazioRoma/Monte Mario (RAI)rm100h1162
89.80Im2oMonte Argentariogrv45
90.00IRTL 102.5Reggello/Monte Secchietafiv1504
90.10I__RAI___ _RADIO1_Monte Argentario (RAI)gr70h45X
90.30IRadio DeejayRocca di Papa/Monte Cavorm5v1444
90.40IRadio DeejayMonte Argentariogrv45
90.60I__RDS__.Civitavecchia/Monte Paradisormv645X
90.70IRDS - Radio Dimensione SuonoMonte Argentariogrv44
90.80IRadio 24Rieti/Frazione Campoforogna (Monte Terminillo)ri0.4v1463
90.80IRadio VerdeCapranica/Vico Matrinovtv763
90.90IRadio Manà Manà SportRocca di Papa/Monte Cavorm5v1443
91.00ISUBASIO_Monte Argentariogrv45X
91.20IRAI Radio2Rocca di Papa/Monte Cavo vetta (RAI)rm80h1443
91.30IR101Monte Argentariogrv45
91.50ISUBASIO_Caprarola/Poggio Nibbiovt2v795X
91.70IRAI Radio2Roma/Monte Mario (RAI)rm100h1163
91.80IR.MARIA_Monte Argentariogr2v45X
92.00IR101Palombara Sabina/Monte Gennarorm5v1365
92.10I__RAI___ _RADIO2_Monte Argentario (RAI)gr70h45X
92.15IRTL 102.5Rocca di Papa/Monte Cavorm1v1443
92.40IRADIO___ NOSTLGIAMonte Argentariogrv45X
92.70ITele Radio StereoCaprarola/Poggio Nibbiovt2v795
92.90IR-RADIO_Caprarola/Poggio Nibbiovtv795X
93.00IRadio Roma CapitalePalombara Sabina/Monte Gennarorm13v1363
93.20IAntenna Radio EsseMonte Amiata (Castel del Piano)grv635
93.30IR101Civitavecchia/Monte Paradisormv645
93.50I*RETE*__ *SPORT*_Caprarola/Poggio Nibbiovt2v795X
93.80IDimensione Suono RomaMonte Argentariogrv45
94.00IRadio SubasioPalombara Sabina/Monte Gennarormv1363
94.30I__RAI___ _RADIO3_Monte Argentario (RAI)gr70h45X

sabato 5 aprile 2014

Aggiornamento pagina log NDB

Ho aggiornato la pagina degli NDB ricevuti in questa ultima stagione invernale con alcuni nuovi ascolti, soprattutto nella parte sotto i 320 kHz.
Abbassata la copertura della loop a 230 kHz con l'aggiunta in parallelo di un condensatore ceramico a disco ed accorciati i collegamenti intermedi ottenendo un miglioramento del rapporto segnale/rumore.

BOA Bologna da www.mediasuk.org

mercoledì 2 aprile 2014

Aggiornamento schedule

Aggiornati sul mio blog i link alle schedule delle emittenti in onde corte per la stagione A14.
Al momento l'unico sito non ancora aggiornato risulta quello di EiBi.
Aggiornato anche il banner delle condizioni di propagazione con le bande VHF, visto l'avvicinarsi della stagione favorevole per la FM.
Segnalazioni di eventuali link non funzionanti sono bene accette.
Buoni ascolti!

Superate le 100.000 pagine visitate sul mio blog!

Era nato circa cinque anni fa principalmente per essere un diario della mia attività nel radioascolto e con il tempo si è rivelato uno strumento di condivisione e scambio di idee e suggerimenti su tutto quello che è inerente al mondo della radio nelle sue svariate forme.
In tutto questo tempo sul mio blog sono state visitate oltre 100.000 pagine, quasi 6.000 nell'ultimo mese, e questo da una parte mi stupisce e dall'altra mi stimola nel continuare a condividere le mie esperienze che trovano interesse negli appassionati di radio, senza nessuna presunzione di dare lezioni, ma con l'intento di conoscere sempre di più di questo fantastico hobby.
Un grazie a tutti!




sabato 29 marzo 2014

Come nasce la passione per la radio

Ai giorni nostri la tecnologia ha fatto ormai grandi passi avanti e nel mondo della comunicazione in generale
abbiamo vaste possibilità di mezzi che ci permettono di conoscere tutto quello che succede in ogni parte del nostro pianeta, oltre a poter comunicare direttamente anche con l'angolo più disperso della Terra.
Internet ha abbattuto confini e distanze ed anche la radio, il primo mezzo con il quale si è potuto fare questo, ha modificato un po' il suo modo di essere.
Ma quando pochi giorni fa ho ritrovato l'oggetto con il quale mi sono affacciato al fantastico modo della radio, mi sono ritornate alla mente le prime emozioni che mi avevano fatto scoprire un nuovo mondo.
Avrò avuto all'incirca 12-13 anni quando ebbi in regalo la mia prima radiolina: la National Panasonic R-1031.
Ricevitore supereterodina a 6 transistor dotato solo della banda delle onde medie, anche perché in Italia la FM (siamo nei primi anni '70) non aveva ancora conosciuto la sua stagione di sviluppo delle radio libere ed esisteva solo la RAI.
Già mi affascinava il fatto che dopo il calare del sole aumentavano il numero delle stazioni ricevibili e molte di queste in lingue che non conoscevo.
Questo fenomeno era molto più accentuato quando in estate si andava in vacanza sulle montagne del Cadore, lontano dai disturbi della città e si ricevevano facilmente le stazioni anche al di fuori dell'Europa.
Era scoprire musiche nuove, suoni diversi, culture diverse, conosciute perché lette sui libri di scuola, ma ascoltate con le proprie orecchie era tutta un'altra cosa.
Di sicuro è così che nacque la mia passione per il radioascolto, passione che, come molti, ha conosciuto in questi anni alti e bassi, che si è sviluppata in tante forme, ma che riesce ancora ad affascinarmi.
Nella nostra società vediamo molti bambini che frequentano le scuole elementari con lo smartphone in tasca, già pronti a collegarsi con il mondo, ma che forse si stanno perdendo il gusto della scoperta
Credo che sarebbe bello se ognuno di noi al prossimo compleanno di un nostro figlio o nipote regalasse una radio, una semplice portatile, magari anche con le onde corte, come buttare un seme per vedere se da ciò possa nascere un nuovo appassionato.
Sarebbe solo fare del bene al radioascolto ...e non solo.

martedì 18 marzo 2014

Nuovi countries confermati via eQSL

Ecco un'altra selezione di QSL radioamatoriali ricevute tramite il servizio eQSL.cc, tra le quali quattro nuovi countries come Canada, Puerto Rico, Venezuela e Galles, sulle bande dei 40 e 10 metri in modalità JT65.









sabato 8 marzo 2014

Selezione di eQSL in JT65 sui 40 metri

Interessante traffico in modo JT65 sulla banda dei 40 metri ed in particolare sui 7076 kHz durante le ore notturne.
Qui una selezione di conferme eQSL dalle stazioni ricevute in questi primi giorni di marzo.













venerdì 7 marzo 2014

eQSL dagli USA

Prima conferma radioamatoriale da oltreoceano.
La ricezione di N8HS Hubert da Detroit è avvenuta sulla banda dei 40 metri in modo JT65.
Raggiunta così la quota di 30 paesi confermati.


sabato 15 febbraio 2014

Traffico aereo in VDL-2

Dal 2014 è entrato pienamente in vigore il sistema di controllo del traffico aereo in modalità VDL-2 che andrà a sostituire il sistema ACARS nella trasmissione dei messaggi fra aeromobili e torri di controllo nella banda VHF.
L'ACARS non è stato ancora abbandonato definitivamente, ma il numero di messaggi che si ricevono ora è diminuito molto, mentre è aumentato il traffico in VDL-2.
Per ora l'unico software che permette la decodifica di questo standard è il noto Multipsk, che pur ancora nella sua versione Test n.° 9, riesce a dare buoni risultati.
Scaricato il file in formato .zip da qui Multipsk Test Version 9, i file estratti vanno copiati nella cartella Multipsk già presente nel nostro pc (per chi non ha ancora installato il programma base, lo trovate qui Multipsk).
Io utilizzo la chiavetta SDR-RTL per ricevere in VHF ed il modo migliore per decodificare con Multipsk è utilizzare i suoi files senza dover aprire un altro software (come per esempio SDRSharp).

Lanciato il programma, si seleziona il tipo di dongle dalla finestra di configurazione (RTL/SDR key nel mio caso, ma possono essere utilizzate anche la Softrock e la FUNcube) e se vogliamo anche +Speaker se vogliamo avere l'uscita audio anche dagli altoparlanti del pc.
Una finestra ulteriore visualizzerà il tipo di tuner rilevato dal programma ed il relativo Sample Rate.
Passando alla finestra di ricezione, avremo la finestra di interfaccia del SDR, ma prima è opportuno verificare le impostazioni della finestra Tranceiver.


L'unica frequenza utilizzata in VDL-2 è 136.975 kHz, ma per ricevere i segnali che sono in PSK dobbiamo sintonizzare il ricevitore a 12 kHz meno, cioè a 136.963 kHz tramite i pulsanti a destra.
E' consigliabile selezionare anche i pulsanti Auto e AGC per migliorare il guadagno del segnale ricevuto.
Ora possiamo chiudere questa finestra e passare all'interfaccia SDR.
Qui possiamo settare il waterfall per avere una visualizzazione dei segnali secondo i nostri gusti tramite i pulsanti AGC e Grey.


Il valore di Sampling frequency verrà impostato secondo il tipo di scheda audio utilizzata (nel mio caso a 48K), ma anche con schede a 96K e 192K il waterfall avrà sempre la larghezza di 48K.
Quando si visualizzano i segnali ricevuti, dobbiamo centrarli fra le due linee estreme di colore azzurro utilizzando i pulsanti freccia sotto AF frequency.
La modulazione in PSK viene impostata automaticamente e nessuna altra impostazione è necessaria.
Ora dovremo vedere comparire i primi messaggi decodificati nella finestra di ricezione.


Questi segnali richiedono una centratura che non si discosti oltre i +/- 50 Hz e per aiutarci in questo c'è il pulsante Go! che attivato avrà la funzione di testare, durante la ricezione dei segnali, lo scostamento della nostra frequenza sintonizzata rispetto alla frequenza del segnale ricevuto.
E' consigliabile avere un valore di almeno 1000 tests per fare la prima correzione e verificarla poi dopo almeno 5000 tests.
Dobbiamo cercare di avere un valore di scostamento che si avvicini a 0 Hz e per fare questo dobbiamo agire sui tasti freccia della AF frequency nell'interfaccia SDR.
Per esempio, se dopo 1000 test il valore di scostamento è di +40Hz dobbiamo diminuire la frequenza di ricezione di 40Hz.
Dopo circa 3000 tests ho settato la frequenza di ricezione a 136.971.120 kHz per avere il minore scostamento possibile.
I valori indicati in D: sono i frames ricevuti e quelli decodificati.
Dopo aver stabilizzato i settaggi, i segnali decodificati sono risultati oltre il 25% sul totale dei frames.
Da segnalare invece che le posizioni decodificate degli aerei sono state scarse, non oltre il 10%.
Le posizioni possono essere visualizzate su una mappa locale, su DX Atlas o su Google Earth, se installati.


Sulla mappa avremo il codice ICAO dell'aereo con la sua altitudine e, se riceviamo più segnali del medesimo aereo, potremo avere anche la rotta percorsa.

Multipsk non offre la possibilità di avere un log dei voli ricevuti, ma tramite una porta TCP/IP possiamo inviare i dati raccolti ad altri programmi. Clicchiamo sul pulsante TCP/IP nela finestra di ricezione di Multipsk ed impostiamo la porta 3125 cliccando poi su Link opening.
Uno dei software che funziona con Multipsk è Display-Launcher di cui ho già parlato in passato in altri post.
L'ultima versione contiene un visualizzatore per i messaggi VDL-2 che permette di salvare tutte le nostre ricezioni ed aggiornare il database dei voli.


Lanciato il programma, impostiamo la porta 3125, clicchiamo su Connect e ci verrà data la conferma della connessione con Multipsk.
Ora tutti i dati raccolti verranno visualizzati su VDL-2 Display in modo più chiaro di quanto non lo siano nella finestra di ricezione di Multipsk.
Come descritto nel file di aiuto di Display-Launcher, è consigliabile aggiornare il database fornito con il programma scaricando dalla rete il file Basestation.sqb e convertirlo con il Tools del programma.
Qui sono scaricabili Display-Launcher e Basestation.sqb.